Translator

La casa sull'albero, un sogno di famiglia - Mia madre,Franca Rocchi



La casa sull'albero 1955\1960
Franca Rocchi

[160]

Perduta quando già ero in salvo!
E già sentivo il mondo ritirarsi!
Mi accingevo all'assalto dell'eterno,
quando tornò il respiro,
e verso l'altra sponda
udii ritirarsi la marea delusa!

E sono come un reduce che narri
strani segreti equatoriali;
un marinaio che costeggiò rive lontane
od un pallido araldo dalle tremende porte
prima che vengan suggellate!

Ma un'altra volta, rimanere!
Un'altra volta, vedere le cose
che orecchio non udì, né occhio mai vide.

Un'altra volta, sostare,
mentre il tempo furtivo trascorre -
lenti e pesanti procedono i secoli,
ed i cicli si compiono.

c.1860

Emily Dickinson "Poesie e Lettere"

http://www.tarabaralla-simonarinaldi.com/
Collezione Privata Simona Rinaldi
http://www.tarabaralla-simonarinaldi.com/

Mamma e la casa sull'albero
Auguri, buon compleanno

«Sono stata allevata in campagna, e ho 
creduto tanto a lungo alla realtà di 
certe visioni che io non ho sperimentato 
ma che ho visto sperimentare intorno a 
me che, ancora oggi, non saprei 
davvero precisare dove finisce la realtà 
e dove inizia l’allucinazione» 
(George Sand)

La casa sull'albero non è un sogno,
non lo è mai stato per me;
ho sempre tenuto vicino al cuore
questa favola incorniciata,
ho sempre pensato a te bambina,
che ti costringi a scendere
e ti ritrovi adulta a 21 anni con una figlia...
a scendere per sempre da quell'albero.

..e lo rivedo ora nei tuoi occhi,
lo stesso sorriso di chi è rimasto
sulla casa sull'albero
 e come biasimarti mamma,
io ci rimango sulla casa sull'albero!

E in fondo ci stiamo entrambe,
anche in questi giorni
così difficili, i sogni rimangono sempre,
nella casa sull'albero....