Translator

T. Mann - Una traversata con Don Chisciotte

N.18 della collana Biblioteca delle Silerchie
1959
C. P.

Una traversata con 
Don Chisciotte
19 Maggio 1934

..."Lettura di viaggio: è un concetto che implica subito una svalutazione. E' diffusa l'idea che quel che si legge in viaggio debba essere la roba più leggera e scadente, stupidaggini per ammazzare il tempo. Io non l'ho mai capito. Anche a prescindere dal fatto che la cosiddetta letteratura amena è la più noiosa del mondo, non riesco a persuadermi perché mai , in un occasione così austera e solenne come è sempre un viaggio, si debba abbassare il livello delle proprie consuetudini intellettuali dedicandosi alla stupidaggine. Forse che lo stato di libertà e di tensione insito al viaggiare crea una predisposizione d'anima e di nervi in cui la stoltizia ci ripugna meno del solito? Ho parlato più sopra del rispetto. Nutrendo io stima per la nostra impresa, è ben giusto e conforme che stimi anche la lettura che la dovrà accompagnare. Il Don Chisciotte è un libro mondiale: sarà il libro che si conviene ad un viaggio mondiale. Fu un ardita avventura lo scriverlo, e l'avventura passiva rappresentata dal leggerlo è adeguata alle circostanze. E' strano, ma io non ne ho mai portato a fine sistematicamente la lettura. Voglio farlo qui a bordo e superare questo oceano narrativo, così come entro dieci giorni avremmo superato l'Atlantico. Mentre do espressione scritta a questo proposito, l'ancora stride. Si parte. Vogliamo salire sopracoperta per guardarci alle spalle e verso l'orizzonte.
Pagg. 16 e 17


Sulla Collana Editore il Saggiatore:


Sull'illustratore Balilla Magistri:


Su di un recente spettacolo teatrale a Bologna "Una traversata con Don Chisciotte", che si propone come diario di viaggio della prima traversata transoceanica di Thomas Mann verso l'America.: